Benvenuti nel blog delle mie personalissime recensioni

Venerdì, 08 Maggio 2015 15:28

LA FEROCIA, Nicola Lagioia, Einaudi

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)

Sarà che sono di parte e che tifo per Elena Ferrante, ma spero con tutto il cuore che l’ambito Premio Strega non venga assegnato a questo romanzo!

Lunghissimo racconto ambientato a Bari, narra di una famiglia sull’orlo del disastro, sia affettivo, sia economico. Tutti i personaggi descritti costituiscono il peggio della società nella quale viviamo, coinvolti come sono nelle peggiori nefandezze, droga, corruzione, intrallazzi politici, omicidi… Ma mi paiono soggetti talmente stereotipati che mi vengono subito a noia, tanto sono banali! Inoltre, nessuno di loro risulta simpatico, non mi riesce proprio di affezionarmi a questi individui così negativi. L’autore vorrà forse lanciare un’accusa al degrado al quale siamo arrivati? Forse… Ci vorrà dire che la ferocia del titolo è l’unico sentimento al quale dobbiamo attingere per salvarci? Che pessima prospettiva! Le reiterate (molto reiterate!) descrizioni del mondo animale, insetti soprattutto, che sembrano esserci sempre e ovunque, convivendo quasi con i personaggi, fungono da esempio suggerendo che l’uomo è una bestia e che deve comportarsi come tale? Poveri noi! Solo un personaggio, Michele, riscatta nel finale questo mondo degradato, grazie al suo amore per la sorellastra Clara, ma, a mio avviso, è poca cosa.

E se la trama può offrire spunti di interesse e venire apprezzata da qualche lettore (da chi ama il torbido, per esempio) ciò che veramente non mi piace e che mi lascia perplessa, è lo stile di Lagioia. Le frasi sono spesso talmente contorte e inutilmente artificiose da costringermi a tornare indietro e cercare di capire cosa intenda lo scrittore. È una narrazione ampollosa, infarcita di termini secondo me, inappropriati e soprattutto inutili. Tantissime, troppe le metafore e le figure retoriche che altro non fanno se non bloccare la fluidità del racconto, confondendomi di continuo. Si fa fatica a procedere nella lettura e non penso dipenda solo da chi legge…

 

Insomma, non mi è piaciuto.... si era capito?

 

 

Vuoi leggerlo? Puoi acquistarlo cliccando qui sotto..

 

 

Letto 1425 volte Ultima modifica il Lunedì, 21 Giugno 2021 10:49

Video

Devi effettuare il login per inviare commenti

LOGIN

Se sei un utente già registrato effettua il login per scrivere altri commenti

Registrati

Altri libri nella categoria " Pensavamo meglio... "