Benvenuti nel blog delle mie personalissime recensioni

Venerdì, 05 Febbraio 2021 16:17

IL POPOLO DEGLI ALBERI, Hanya Yanagihara, Feltrinelli

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Il mio voto è: 6-

 

Il secondo romanzo della scrittrice americana pubblicato in Italia, ma il primo da lei scritto nel 2013, mi ha annoiato quanto il precedente, “Una vita come tante” (del 2015), nonostante entrambi siano giudicati ottimi libri.

Liberamente ispirato alla storia vera del Premio Nobel per la Medicina 1976, Carleton Gajdusek, narra del dottor Norton Perina, un immunologo, che durante una spedizione nel fittizio arcipelago micronesiano di U’ivu scopre che colui che tra gli Ivu’ivuani, mangia la carne prelibata delle tartarughe opa-ivu’eke, vive molto a lungo. Alcuni sono addirittura ultracentenari, benché rimangano giovani solo nel fisico, subendo invece un forte invecchiamento a livello mentale. Perina scrive il suo memoir sull’incredibile scoperta mentre è in carcere per aver abusato e violentato alcuni dei ragazzi della popolazione dell’isola da lui adottati (oltre quaranta!) una volta tornato in patria. Un torto ingiusto e considerato immeritato da un uomo che si crede un genio e un benefattore, ma che per tutto il libro risulta subdolo, ambiguo, supponente (personalmente l’ho trovato odioso).

L’autrice non ci conduce nelle isole paradisiache dell’immaginario comune. Al contrario, gran parte del racconto si svolge nella giungla selvaggia dove le lunghe e dettagliatissime descrizioni del caldo soffocante, dell’alta umidità, dei profumi e dei suoni sconosciuti mi hanno spesso trasmesso un senso non piacevole di ansietà e di inquietudine, arrivando perfino ad indispormi e, tutto sommato, ad annoiarmi. La brutalità del colonialismo e la colonizzazione senza scrupoli perpetrata dall’uomo bianco, temi importanti ai quali l’autrice, originaria delle Isole Hawaii sembra tenere molto, si sfuocano nel finale, perdendo gran parte del loro rilievo, perché saranno la pedofilia e l’omosessualità a predominare, argomenti che alla scrittrice evidentemente stanno molto a cuore e che infatti tratterà diffusamente anche nel romanzo seguente che l’ha resa super famosa.

Un po’ troppo, per i miei gusti, e, ripensando al romanzo, dopo averlo finito ormai da qualche settimana, non ne ho un ricordo piacevole, anzi sinceramente confesserò che l’ho finito a stento.

 

 

Vuoi leggerlo? Puoi acquistarlo cliccando qui sotto..

 

 

 

Letto 49 volte Ultima modifica il Venerdì, 05 Febbraio 2021 16:31
Devi effettuare il login per inviare commenti

LOGIN

Se sei un utente già registrato effettua il login per scrivere altri commenti

Registrati

Altri libri nella categoria " Pensavamo meglio... "