Venerdì, 05 Dicembre 2014 00:00

CI RIVEDIAMO LASSU’, Pierre Lemaitre, Mondadori

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Premio Goncourt 2013, questo romanzo, scritto da un autore già famoso per i suoi gialli, è divertentissimo.

Parla di due ragazzi che diventano amici in una strana circostanza, durante uno degli ultimi episodi di battaglia della Prima Guerra Mondiale. Scampati alla morte per un pelo, si troveranno nel dopo guerra soli, mutilati nel corpo e nell’anima.

La loro amicizia, basata su strani meccanismi di riconoscenza e affetto, li porta ad ordire e realizzare una grandissima truffa ai danni dello Stato che li ha abbandonati dopo averli mandati al fronte. Troveranno così il loro riscatto nella vita e negli affetti. La storia ha un bellissimo lieto fine, dove i due giovani ottengono quello che vogliono e i cattivi pagano per le infamie commesse.

Il romanzo è un vasto affresco dell’epoca, e ricostruisce, grazie ad una documentazione accurata, lo scandalo delle esumazioni militari che scoppiò in Francia nel 1922. Pieno di peripezie e colpi di scena, tiene il lettore avvinghiato ad una trama molto ben congeniata. I personaggi sono molto ben descritti e le loro forti passioni ci avvincono emotivamente.

La caratteristica migliore del libro secondo noi è lo stile della narrazione, che, soprattutto nella prima parte, evoca nel lettore sensazioni veramente forti. Durante la scena iniziale, ad esempio, quando uno dei protagonisti si ritrova letteralmente sepolto da tonnellate di terra, si ha veramente l’impressione si sentirne l’odore e il sapore in bocca! Il tono è brillante e scanzonato e grazie alla tecnica narrativa del giallista, adottata dall’autore, i lettori sono tenuti spesso col fiato sospeso.

Molto divertente!

Letto 871 volte Ultima modifica il Lunedì, 06 Marzo 2017 17:45

Video

1 commento

Lascia un commento

Altri libri nella categoria " Di tutto un po'"

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito.