Giovedì, 05 Febbraio 2015 00:00

I RAGAZZI BURGESS, Elizabeth Strout, Fazi Editore

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Il quarto romanzo della scrittrice americana, si svolge nel Maine, come i precedenti, e anche con questa bella storia, la Strout ci conquista grazie alla sua grande capacità di coinvolgerci e trascinarci nel suo mondo.

Ci racconta di tre fratelli, Jim, Bob e Susan, che si riuniscono per fronteggiare un’emergenza: il figlio di Susan sta per essere arrestato per aver commesso una bravata piuttosto grave ai danni della comunità somala della cittadina. Si erano un po’ persi, i tre fratelli; da adulti avevano preso strade diverse, come spesso succede. L’emergenza li riavvicina, mettendoli di fronte a sé stessi, alle loro scelte di vita e soprattutto al trauma della loro infanzia, legato alla perdita del padre. Man mano che proseguiamo nella lettura, scopriamo la vera natura dei personaggi e ci rendiamo conto che non sono quello che sembrano. Ne risulta dunque, attraverso una trama ricca e piena di emotività, una complessa analisi delle relazioni famigliari e dei sensi di colpa che da anni accompagnano i tre fratelli. La prosa, come sempre troviamo nei libri della Strout, è elegante, ricca di dialoghi brillanti e immagini vivide. Il colpo di scena, bellissimo, è legato alla diversa interpretazione di un fatto avvenuto nel passato e che ha condizionato la famiglia Burgess per tutta la vita. Ciò creerà non pochi sconvolgimenti, in ognuno di loro, obbligandoli così a rivedere le proprie esistenze. La morale del romanzo potrebbe essere “nessuno conosce mai veramente qualcuno” citando le parole della madre della narratrice, alla fine del prologo.

Letto 848 volte Ultima modifica il Lunedì, 06 Marzo 2017 16:46

Video

Lascia un commento

Altri libri nella categoria " Autori con la A maiuscola"

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito.