Mercoledì, 15 Marzo 2017 16:43

IL MONDO DEVE SAPERE, Michela Murgia, Einaudi

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Molti di voi conosceranno Michela Murgia per i suoi lavori più recenti come “Chirú” o il bel “Accabadora”, oppure la seguono su Rai 3 nella rubrica che tiene quotidianamente all'interno della trasmissione "Quante storie", condotta da Corrado Augias.

Abbiamo invece deciso di parlarvi del suo primo libro, uscito 10 anni fa con l'editore ISBN e oggi riproposto da Einaudi con una prefazione dell'autrice. "Il mondo deve sapere" nasce da un blog, frutto dell'esperienza personale e diretta di Michela Murgia che ci racconta la sua terrificante esperienza lavorativa in un call center. La narrazione, che scandisce le giornate sempre uguali all'interno del piccolo ufficio, dove un plotone di telefoniste devono convincere ignare casalinghe ad acquistare l'aspirapolvere Kirby, è ironica e divertente, ma la realtà che ci racconta fa tutt'altro che ridere: una realtà di lavoro precario dove le aspettative sono altissime, la retribuzione è ridicola e da un giorno con l'altro vieni messo alla porta perché "non hai raggiunto gli obbiettivi". E la cosa ancora più inquietante è che a 10 anni di distanza le cose non sono affatto cambiate, anzi, sono forse peggiorate. Nell'era del voucher al call center puoi trovare chiunque: dalla ragazza madre, al giovane in cerca di prime esperienze lavorative, fino ad arrivare al laureato che non riesce a trovare altra occupazione. La nostra Michela è fortunatamente riuscita ad emanciparsi, e dalla cornetta è passata alla penna per regalarci bellissimi romanzi (e non solo).

Lo stesso auguriamo a tutti quelli che stanno cercando la loro strada e nel frattempo vendono mostruosi aspirapolvere brevettati dalla NASA alle casalinghe disperate!

Letto 346 volte Ultima modifica il Mercoledì, 15 Marzo 2017 17:32

Lascia un commento

Altri libri nella categoria " Vite Parallele"

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito.