Lunedì, 04 Maggio 2015 17:01

I MIEI PICCOLI DISPIACERI, Miriam Toews, Marcos y Marcos

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)

Di Miriam Toews, autrice secondo noi molto interessante, avevamo già letto “Un complicato atto d’amore” e “In fuga con la zia”, entrambi molto godibili, seppur per motivi diversi.

La Toews è canadese e appartiene alla comunità mennonita, chiesa anabattista, che predica il ritorno della religione alle origini e che detta precise e molto restrittive regole di comportamento. La formazione dell’autrice ne è stata fortemente influenzata e nei suoi libri racconta spesso di persone appartenenti a questa congregazione. Il fatto che alcuni membri della sua famiglia si siano suicidati, costituisce un’altra importante fonte d’ispirazione per i suoi romanzi.

Anche in “I miei piccoli dispiaceri” si parla di depressione e di suicidio. Elfrieda, la bella e talentuosa sorella dell’io narrante, Yolanda, ha provato più volte a compiere l'estremo gesto, a scapito di tutto l’amore e del successo che la circonda. Quanta fatica richiede vivere vicino ad una persona che pensa solo a come porre fine alla propria vita! Ed è con fatica appunto che Yolanda, il marito Nic, la madre, la zia, il manager Claudio, cercano in tutti i modi possibili di dissuaderla dall’intento. O di accettare la sua scelta…

Nonostante l’argomento possa sembrare lugubre, il romanzo non lo è affatto. La narrazione della vita di questa strampalata famiglia offre svariati spunti di divertimento. Ciò che soprattutto rende il libro molto piacevole è lo stile che è sempre lieve, la prosa intelligente, colte le svariate citazioni di poeti, scrittori, musicisti (anche il nostro Bruce viene menzionato, con la sua inestimabile Thunder Road!) ed è spiritoso e ironico al punto giusto. Si ride spesso, ma naturalmente non mancano profonde riflessioni sull’esistenza e sul modo di vivere. Tutti i protagonisti, ma soprattutto le donne, sono personaggi indimenticabili, tratteggiati con precisione, perfettamente credibili, coerenti con loro stesse e con la vita che si sono trovate a dover condurre.

Consigliamo dunque vivamente la lettura di questo o degli altri titoli citati, a meno che non siate particolarmente sensibili alla depressione.

Letto 1124 volte Ultima modifica il Venerdì, 03 Marzo 2017 16:42

Video

Lascia un commento

Altri libri nella categoria "Gli imperdibili"

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito.