Giovedì, 22 Dicembre 2016 14:16

ORA CHE È NOVEMBRE, Josephine Johnson, Bompiani

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Talvolta nel marasma di pubblicazioni natalizie salta fuori un gioiellino. È il caso di questo romanzo, premio Pulitzer nel 1935, pubblicato ora da Bompiani.

Siamo negli Stati Uniti all'inizio del secolo scorso in una imprecisata località agricola. Voce narrante è Marget, ultima di tre sorelle, che rievoca i fatti avvenuti durante un'estate di siccità che hanno per sempre cambiato la sua vita e quella della sua famiglia. Nella fattoria con Marget vivono i genitori (chiamati Madre e Padre per tutto il romanzo quasi fossero entità astratte, demiurgiche, ma con un ruolo fondamentale nella vita dell'intera famiglia) e le due sorelle: Merle, ragazza semplice, diretta, materna e Kerrin, selvatica, imprevedibile e irrispettosa dell'autorità.

A cambiare la vita e gli equilibri delle ragazze arriverà Grant, un bracciante che viene preso a servizio per affrontare le fatiche della torrida estate. Grant è un personaggio carismatico, ha vissuto in città, è simpatico e disponibile, inutile dire che getterà scompiglio e finirà per incrinare i rapporti tra le tre sorelle.

Altra protagonista indiscussa del romanzo è la siccità, che senza pietà riduce in ginocchio tutti i contadini e i braccianti. E che sarà la causa indiretta di sofferenze e disgrazie per tutti i protagonisti della storia. Da leggere!

Letto 681 volte Ultima modifica il Martedì, 21 Febbraio 2017 14:46

Lascia un commento

Altri libri nella categoria "Gli imperdibili"

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito.